Letture

I greci e l’irrazionale

Informazioni sull\'Autore Articoli dello stesso Autore Giusy Capone Giusy Capone insegna Lingua e cultura greca e Lingua e cultura latina dal 1998; è redattrice della Rivista culturale bilingue registrata \"Orizzonti culturali italo-romeni\"; si occupa delle pagine culturali di diversi portali dell\'area Nord di Napoli; collabora con l\'Istituto di Mediazione linguistica di Napoli; cura un blog… Leggi tutto »I greci e l’irrazionale ...

La tragedia greca insegna a quel “cavaliere inesistente” che è l’uomo

Accecamento, colpa, sofferenza, disobbedienza, tracotanza, conflitto, sentimenti lesi, dolore lancinante, squilibri, vaticini oscuri, città-stato, autodeterminazione, necessità, fato, volontà, phtònos theòn, legge naturale, legge divina, libertà, vergogna, deplorazione, lacerazione dell’io: un diorama vasto e policromo, che riconduce ad un... ...

1984, la Bibbia del complottismo?

1984 è il romanzo più famoso dello scrittore e attivista politico Eric Arthur Blair, in arte George Orwell. Pubblicato per la prima volta nel 1949, narra di un futuro distopico in cui il dominio del mondo è conteso da tre superpotenze in perenne guerra tra loro: l’Eurasia, l’Estasia e l’Oceania... ...

Un mondo dove tutti sorvegliano tutti

Le attività di sorveglianza costituiscono oggi l’argomento chiave nell’agenda dell’opinione pubblica e una delle colonne portanti del controllo sociale volte a indirizzare gli individui verso aspettative e stili di vita condivisi. Quali sono le conseguenze politiche, economiche e socioculturali della crescente sorveglianza sulle società contemporanea? ...

Kamikaze alla caccia del bello: Mishima secondo Breschi

«La vita umana è breve, ma io vorrei vivere per sempre». Queste parole (che costituiscono l’ultimo suo appunto lasciato sulla scrivania in data mercoledì 25 novembre 1970) cristallizzano la figura di Yukio Mishima, al secolo Kimitake Hiraoka. Sono passati cinquant’anni esatti da quando lo scrittore giapponese decise di togliersi la vita... ...

Tra distopia e realtà: l’importanza di dissentire

Nel 1949 George Orwell pubblica il romanzo 1984, che rientra nel genere distopico e che rappresenta un’analisi del totalitarismo moderno e post-moderno. La trama si svolge in un futuro prossimo in cui il potere è nelle mani di tre Stati: Oceania, Eurasia ed Estasia. Le vicende del protagonista... ...

La somma virtù del lasciare in pace gli altri

Nel Saggio sulla libertà John Stuart Mill tesseva una rimarchevole lode nei riguardi della diversità di ogni singolo essere umano e del potere delle individualità: «La natura umana non è una macchina da costruire secondo un modello e da regolare perché compia esattamente il lavoro assegnatole... ...

Post hoc ergo propter hoc: come internet sta uccidendo la democrazia

Risale ormai a trent’anni fa l’annuncio di Francis Fukuyama della fine della storia, secondo il quale, dopo la caduta del muro di Berlino e il disfacimento di regimi dittatoriali di destra e di sinistra avvenuto nell’ultimo quarto del ventesimo secolo... ...

L’ottaedro del giovane Gentile: alle radici dell’attualismo

Il nucleo incandescente di un esaedro. Questo è Giovanni Gentile sul finire dell’Ottocento, giovane neolaureato in filosofia presso la prestigiosa Scuola Normale di Pisa. L’esaedro è un poliedro con sei facce piane poligonali. Viene alla mente questo solido geometrico osservando l’immagine di copertina scelta per illustrare il più recente libro di... ...

Le originali proposte di Paolo Grossi per un diritto più giusto

«Volete avere delle buone leggi? Bruciate le vostre e fatene delle nuove»: questo il grido di battaglia lanciato da Voltaire all’assalto della tradizione giuridica del ius commune europeo. Con l’illuminismo giuridico e le codificazioni napoleoniche si affermò l’idea che il diritto coincidesse con la... ...

Alain de Benoist e la critica del liberalismo

Finché do diritto agli altri di fare altrettanto, ho il diritto di fare di me stesso tutto ciò che mi va (drogarmi, vendere i miei organi, affittare il mio utero, lavorare la domenica, disertare totalmente i miei figli)... ...

Eroi in fiamme

Come per quasi tutto ciò che riguarda il totalitarismo sovietico, anche la memoria dei dissidenti si sta perdendo irrimediabilmente. Qui da noi, nell’Occidente dei vincitori, essa è stata volontariamente o involontariamente rimossa, e questo fin dall\'epoca in cui il “pericolo rosso” ancora minacciava concretamente la nostra vita... ...

L’intimo segreto dell’amore immortale abita in Grecia

Elena, bella chioma, e Menelao, caro ad Ares; Pericle, circondato dalla gloria, ed Aspasia, concubina occhio di cane; Saffo di Mitilene ed il suo incantevolmente eccitante ϑίασος; Socrate, maestro di paideia, ed i suoi adoranti discepoli. Tutti i celeberrimi amanti dell’antichità seppero... ...

La nostra lingua parla ancora greco antico

La configurazione delle idee nella sua più immediata trasmissione si è sempre avvalsa delle parole, nuclei esplosivi di significati profondi e pullulanti di verità da rivelare, combinate in modo sequenziale per concretare un messaggio o un concetto. Nella sua metamorfosi strutturale sull’asse diacronico, una lingua si offre sempre come spazio infinito... ...

Yukio Mishima – o del riscatto della persona (seconda parte)

Non c’è dubbio che per Maritain la personalità, cioè l’“essere persona”, deve dirigere l’individualità, che altro non è che la tomista “materia signata quantitate”, cioè un grumo di tessuti, nervi, ossa, etc. circoscritto in un certo spazio. Per sostenere ciò, Maritain, sul solco della tradizione cattolica... ...

 16,811 total views,  8 views today