Letture

16 06, 2021

Le radici del poeta. Parte III: Edgarpò

Di |2021-06-16T20:31:28+02:0016 Giugno 2021|Letture|

Tra i primi cimenti letterari di Ungaretti, il più curioso è senza ombra di dubbio la traduzione di un racconto breve di Edgar Allan Poe, Silence. Il testo risale al 1910 e fu pubblicato sul “Messaggero egiziano”. In una nota lasciata nel Fondo Giuseppe Ungaretti, il poeta ormai anziano ricorda così quel suo primo cimento...

15 06, 2021

La regina degli scacchi

Di |2021-06-15T23:55:01+02:0015 Giugno 2021|Letture|

Qualche settimana fa, grazie al consiglio di una mia conoscente, ho avuto l’opportunità di leggere questo romanzo di Walter Tevis. Inizialmente, per come era descritta la trama, non mi convinceva molto; tuttavia, dando un’occhiata alle recensioni (non solo del libro, ma anche relative alla serie televisiva ispiratasi a quest’ultimo)...

14 06, 2021

Renzo De Felice e le interpretazioni del fascismo

Di |2021-06-14T18:08:40+02:0014 Giugno 2021|Letture|

Fascismo è un termine che viene utilizzato sempre più spesso in maniera e in misura indiscriminata e generica, tanto che sembra possedere caratteristiche perenni e astoriche, applicabili, a seconda della convenienza, a disparati regimi e soggetti politici. Il fenomeno fascista, indipendentemente dai tratti che ne costituiscono le caratteristiche...

13 06, 2021

Vivere più a lungo o più intensamente?

Di |2021-06-13T16:28:08+02:0013 Giugno 2021|Letture|

Paragonare la vita ad una cima da noi raggiunta in corrispondenza della mezza età e da cui ammirare, iniziando la discesa, il tramonto dei nostri giorni è una comoda e diffusa metafora da poter usare per sintetizzare il quadro complessivo dell’esistenza. Spesso, ciò significa...

12 06, 2021

Platone: un’altra città è doveroso pensarla

Di |2021-06-12T12:12:15+02:0012 Giugno 2021|Letture|

Non cercare risposte, ma riattivare domande. Tornare a Platone per fare i conti con la nostra tradizione e poter affrontare, se non risolvere, i problemi della modernità. In Platone non c’è la risposta, ma la capacità di comprendere il problema nella sua effettiva e complessiva portata. Da notare il paradosso che...

10 06, 2021

Europa e Asia a confronto (seconda parte)

Di |2021-06-10T20:54:36+02:0010 Giugno 2021|Letture|

Una delle differenze fondamentali tra il Rimland (fascia marittima e costiera) asiatico e quello europeo è che qui si è avviato un processo di integrazione e là no. Però prima di procedere è necessaria una precisazione. Spesso si sostiene che la via per l’integrazione europea passa per l’economia per poter diventare un giorno politica...

8 06, 2021

Il Papa latinoamericano, gesuita e populista

Di |2021-06-08T18:38:58+02:008 Giugno 2021|Letture|

Il populismo di cui parla Loris Zanatta nel suo Il populismo gesuita. Perón, Fidel, Bergoglio non è certo il termine usato nella polemica politica corrente, generalmente in senso spregiativo e delegittimante. Si riferisce al fenomeno studiato dalle scienze sociali e storiche, quelle formule politiche che hanno come riferimento il “popolo”...

7 06, 2021

Le radici del poeta. Parte II: Ungaretti, haiku, giapponismo

Di |2021-06-07T21:10:32+02:007 Giugno 2021|Letture|

Sono molti i critici italiani che hanno accennato o cercato di indagare un possibile influsso della poesia giapponese degli haiku nello stile formale del Porto sepolto. L’ipotesi è tutt’altro che peregrina, dato che proprio nel 1916 Ungaretti collaborava con la rivista napoletana «La Diana» – rivista in orbita lacerbiana – che proprio...

6 06, 2021

Edificare bellezza pop: grazie Battiato, maestro Sufi

Di |2021-06-06T18:45:25+02:006 Giugno 2021|Letture|

Ora che si va diradando il clamore. Proprio ora che l’afflato scende di un tono o due forse, forse è possibile, almeno, con rispetto e prudenza, parlare di Franco Battiato. Prima di tutto, oltre la memoria che ognuno serba scrupolosamente sull’immensità della musica di Battiato bisogna ribadire, una volta per tutte...

5 06, 2021

Europa e Asia a confronto (prima parte)

Di |2021-06-05T18:29:42+02:005 Giugno 2021|Letture|

Le cause del miracolo europeo, il perché cioè in Europa a un certo punto si sia innescato uno sviluppo autopropulsivo che ne ha fatto il più ricco e potente continente del globo, sono ormai state svelate. Per una forma di eterogenesi dei fini, in Europa fu la caduta dell’Impero Romano d’Occidente l’evento decisivo...

Torna in cima