Circa Carlo Marsonet

Carlo Marsonet ha studiato Scienze internazionali e diplomatiche presso l’Università di Genova e l’Università di Bologna, sede di Forlì. È PhD candidate in Politics: History, Theory, Science alla Luiss Guido Carli, Roma. Scrive sul blog della Fondazione Luigi Einaudi e collabora con Mente Politica. Ha pubblicato: Democrazia senza comunità. Il populismo quale reazione collettivistica alla modernità, in «Rivista di politica», n. 3/2018, pp. 59-70.
30 04, 2021

L’ io assediato e l’inquietudine nella società di massa (seconda parte)

Di |2021-04-30T20:06:56+02:0030 Aprile 2021|Il pensiero americano|

Il mondo moderno, considerato come l’esito in divenire, dunque mai concluso, di un processo che comporta un’individualizzazione crescente e un disincantamento complessivo di ogni interstizio della dimensione quotidiana della vita umana conduce, quasi di necessità, a reiterate crisi di senso...

13 04, 2021

Il comunitarismo temperato di Michael Walzer

Di |2021-04-13T20:53:04+02:0013 Aprile 2021|Il pensiero americano|

Nel 1983 Michael Walzer, già filosofo politico presso l’Università di Princeton e, successivamente, presso l’Università di Harvard, dava alle stampe uno dei testi classici considerati appartenenti, per sommi capi, alla teoria comunitarista. Spheres of Justice. A Defense of Pluralism and Equality...

10 04, 2021

L’ io assediato e l’inquietudine nella società di massa (prima parte)

Di |2021-04-11T22:07:28+02:0010 Aprile 2021|Il pensiero americano|

«In un’epoca di turbamenti la vita quotidiana diventa un esercizio di sopravvivenza. Gli uomini vivono alla giornata; raramente guardano al passato, perché temono d’essere sopraffatti da una debilitante “nostalgia”, e se volgono l’attenzione al futuro è soltanto per cercare di capire come scampare...

27 03, 2021

L’ossessione per il presente e la società del narcisismo (parte terza)

Di |2021-03-27T12:12:06+01:0027 Marzo 2021|Il pensiero americano|

È non solo ipotizzabile ma pure auspicabile una società migliore? In tal caso, quale fisionomia potrebbe o dovrebbe assumere? Lasch non è primariamente un teorico propositivo e organico. Nei suoi lavori, la pars destruens assume un ruolo dirimente. Non articola, cioè, i contorni precisi, definiti...

16 03, 2021

Le “opere scherzose” di David Hume

Di |2021-03-17T18:18:43+01:0016 Marzo 2021|Letture|

Da poco usciti per l’editore Jouvence, gli Scritti satirici sono l’ultima opera proposta in lingua italiana del pensatore scozzese grazie alla cura di Spartaco Pupo. Esperto affermato di David Hume (1711-1776), oltre che studioso del conservatorismo politico moderno e contemporaneo e autore di un ultimo imponente lavoro sullo...

26 01, 2021

La società giusta secondo John Rawls (e alcuni suoi critici)

Di |2021-03-08T14:15:32+01:0026 Gennaio 2021|Il pensiero americano|

John Rawls (1921-2002) è stato forse il più importante filosofo politico del Novecento. Se non altro, quello che più ha influenzato il pensiero filosofico-politico del ventunesimo secolo: da un lato, ne ha determinato un’accettazione quasi automatica del welfare state, dall’altro, nel più lungo periodo, ha solidamente plasmato una...

5 01, 2021

La somma virtù del lasciare in pace gli altri

Di |2021-03-08T14:20:25+01:005 Gennaio 2021|Letture|

Nel Saggio sulla libertà John Stuart Mill tesseva una rimarchevole lode nei riguardi della diversità di ogni singolo essere umano e del potere delle individualità: «La natura umana non è una macchina da costruire secondo un modello e da regolare perché compia esattamente il lavoro assegnatole...

15 12, 2020

La famiglia secondo Christopher Lasch

Di |2021-03-08T14:15:31+01:0015 Dicembre 2020|Il pensiero americano|

Christopher Lasch (1932-1994) è stato uno studioso americano, storico di formazione, poi col tempo interessatosi alla sociologia e alla teoria politica. Uno dei suoi principali interessi, tale da accompagnarlo pressoché tutta la vita, ha riguardato la critica del paradigma liberale...

Torna in cima