Circa Nicolò Bindi

Nicolò Bindi (1991): è laureato in Filologia Moderna all’Università degli studi di Pisa, discutendo una tesi su “Teoria e pratica del futurismo. Palazzeschi, Marinetti, Soffici”. Interessato principalmente agli aspetti stilistici, metrici e linguistici, sta concentrando le sue ricerche letterarie soprattutto sugli autori delle avanguardie storiche e del modernismo italiano ed europeo. Collabora con diverse associazioni culturali.
16 06, 2021

Le radici del poeta. Parte III: Edgarpò

Di |2021-06-16T20:31:28+02:0016 Giugno 2021|Letture|

Tra i primi cimenti letterari di Ungaretti, il più curioso è senza ombra di dubbio la traduzione di un racconto breve di Edgar Allan Poe, Silence. Il testo risale al 1910 e fu pubblicato sul “Messaggero egiziano”. In una nota lasciata nel Fondo Giuseppe Ungaretti, il poeta ormai anziano ricorda così quel suo primo cimento...

7 06, 2021

Le radici del poeta. Parte II: Ungaretti, haiku, giapponismo

Di |2021-06-07T21:10:32+02:007 Giugno 2021|Letture|

Sono molti i critici italiani che hanno accennato o cercato di indagare un possibile influsso della poesia giapponese degli haiku nello stile formale del Porto sepolto. L’ipotesi è tutt’altro che peregrina, dato che proprio nel 1916 Ungaretti collaborava con la rivista napoletana «La Diana» – rivista in orbita lacerbiana – che proprio...

2 06, 2021

Il Ras della Rsa: Il cattivo poeta director’s cut

Di |2021-06-02T23:00:23+02:002 Giugno 2021|Letture|

Quando la produzione gli comunicò alcune perplessità sul suo progetto cinematografico Nonno Felice contro il Dvce, Gianluca Jodice non si perse d’animo e, sostituendo sapientemente nel copione il nome del celebre personaggio tv con quello di Gabriele D’Annunzio, ottenne la sceneggiatura di un capolavoro: Il cattivo poeta...

27 05, 2021

Le radici del poeta. Parte I: Ungaretti prima di Ungaretti

Di |2021-05-27T20:34:15+02:0027 Maggio 2021|Letture|

Nella prefazione alla sua traduzione di Moby Dick, Cesare Pavese scrisse che «avere una tradizione è meno che nulla, è soltanto cercandola che si può viverla». Questa affermazione, riferita ai primi autori statunitensi, che privi di radici guardavano avidamente all’Europa per carpire e far proprio un passato di cui erano ben consapevoli di esser privi...

5 05, 2021

Napoleone oltre Napoleone: sul Cinque maggio di Alessandro Manzoni

Di |2021-05-04T22:35:10+02:005 Maggio 2021|Letture|

Ieri si sono ricevuti per via straordinaria i giornali inglesi del 4 corrente: – La morte di Napoleone Bonaparte vi è officialmente annunziata – Ecco in quali termini il Courier, foglio ministeriale, pubblica la notizia...

27 04, 2021

Baciami Alfredo. Romanzo rapido per risparmiare tempo (parte seconda, o “La parola”)

Di |2021-04-27T20:07:52+02:0027 Aprile 2021|Letture|

Arrivò settembre, rinomato come il mese in cui muoiono i buoni propositi. Morì anche il buon proposito di Alfredo di passare l’esame di latino («Il capitalismo è il male.» «Ma lo vuol capire che me lo deve dire in latino? Bocciato!» «NOOOOO!»). Si rifugiò, così, in un tirocinio di tre mesi all’Accademia della Crusca...

26 04, 2021

Baciami Alfredo. Romanzo rapido per risparmiare tempo (Parte prima, o “L’ascesa di Alfredo”)

Di |2021-04-26T21:51:23+02:0026 Aprile 2021|Letture|

Purtroppo non è una storia autobiografica. Purtroppo non è ambientata in Meridione. Purtroppo non ha alcuna morale dall’agrodolce sapore sociale. Purtroppo è parca di emozioni. Purtroppo non credo che se ne potrà fare una fiction...

24 04, 2021

A proposito di Didattica a Distanza

Di |2021-04-24T00:35:33+02:0024 Aprile 2021|Pensare la scuola|

Sono anni che nelle stanze del ministero dell’Istruzione si ragiona sull’opportunità di adottare strumenti digitali per la didattica. Ma «ragionare» non significa “applicare”, così che tra la teoria e la prassi della didattica su questo specifico argomento si è sviluppato lo iato dell’esperienza...

2 04, 2021

Pensare la scuola

Di |2021-04-02T17:55:33+02:002 Aprile 2021|Pensare la scuola|

Non è consuetudine che la rete mediatica italiana conceda i suoi riflettori a un dibattito che riguardi la Pubblica Istruzione del nostro Paese. Non sappiamo con precisione se ciò avvenga perché si pensa che l’argomento susciti nel pubblico poco interesse, oppure per il fatto che non esistono delle vere e strutturate discussioni politiche in merito...

Torna in cima