Circa Giusy Capone

Giusy Capone insegna Lingua e cultura greca e Lingua e cultura latina dal 1998; è redattrice della Rivista culturale bilingue registrata "Orizzonti culturali italo-romeni"; si occupa delle pagine culturali di diversi portali dell'area Nord di Napoli; collabora con l'Istituto di Mediazione linguistica di Napoli; cura un blog letterario.
28 02, 2022

Sono importanti questi Romani! Parola di Giusto Traina

Di |2022-02-27T23:11:20+01:0028 Febbraio 2022|La civiltà greco-romana|

In un recente intervento televisivo, il ministro Roberto Cingolani ha chiamato effettivamente in causa le guerre puniche. Per lamentare le scarse competenze scientifico-tecnologiche dei nostri scolari, il titolare del dicastero della Transizione Ecologica ha osservato che i tre conflitti tra Roma e Cartagine verrebbero riproposti ben quattro volte...

14 12, 2021

In vino veritas, e non solo

Di |2021-12-14T20:41:05+01:0014 Dicembre 2021|La civiltà greco-romana|

In Grecia, affinché una festa iniziasse, era essenziale che fosse dispensato il vino. «Perché attendere le lampade? Di luce, oramai, resta soltanto un dito: prendi le grandi coppe decorate. Dioniso, il figlio di Semele e di Zeus, ha fatto dono...

6 10, 2021

Il capolavoro delle classi dominanti

Di |2021-10-06T00:04:43+02:006 Ottobre 2021|Letture|

Il mondo muta celermente per trend mondiali quali globalizzazione, rapidi rinnovamenti delle tecnologie, incessanti migrazioni, cosiddetto “meticciato” culturale, veloci comunicazioni transnazionali. Taluni ritengono questo scenario agitato da forze distruttrici della compattezza delle organizzazioni sociali; altri, invece, reputano che...

3 10, 2021

La ragazza fiorita tra le sabbie mobili

Di |2021-10-03T12:20:46+02:003 Ottobre 2021|Letture|

Con cruda lucidità, Tatty rivela la storia della sua vita con l’adorato, velleitario e sconclusionato papà, con l’afflitta, angosciata, martoriata mamma, con i suoi quattro fratelli, tra cui Deirdre, la «bambina speciale che Dio ci ha mandato perché ci ama tanto e sa che può fidarsi di noi per badare a lei» nonché la caterva benevola ed affettuosa...

Torna in cima