Circa Enrico Orsenigo

Enrico Orsenigo, psicologo iscritto all’Ordine degli Psicologi del Veneto. Laureato con una tesi magistrale dal titolo “Scenari dell’altro: posizione, funzione, traiettoria”. Nei suoi articoli si occupa di fenomenologia dell’estraneo, post-democrazia e psicologia interculturale.
8 11, 2021

Tempo e società automatica. Parte III: Eugenio Borgna, il tempo della clessidra e il tempo vissuto

Di |2021-11-08T19:26:06+01:008 Novembre 2021|Letture|

Eugenio Borgna ha esplorato la questione del tempo in psichiatria in diverse delle sue opere; nei suoi testi, l'autore indugia sopra la questione del tempo accostandosi e intrecciando differenti discipline, tra cui psichiatria, filosofia e poesia. Per condurre questa “navigazione”, Borgna ha cercato l’aiuto di Agostino, Kierkegaard, Proust...

23 10, 2021

Il nucleo caduco e fosforescente (parte IV)

Di |2021-10-23T10:35:39+02:0023 Ottobre 2021|Letture|

George Steiner scrive a proposito di Schelling: Schelling, insieme ad altri autori, annette all’esistenza umana una tristezza fondamentale, inevitabile. Più in particolare, questa tristezza fornisce il fondo oscuro in cui si radicano la consapevolezza e la conoscenza. Tale fondo oscuro, in realtà, deve essere...

20 10, 2021

Il suicidio come imposizione ultima sulla caducità (parte III)

Di |2021-10-20T20:14:08+02:0020 Ottobre 2021|Letture|

La posizione del poeta del racconto di Freud apre essenzialmente a due scenari: la malinconia e la depressione. Si può essere malinconici di un tempo perduto che a poco a poco investe tutte le aree di vita del soggetto e che permea di sentimento anche le situazioni più lontane da esso, e nonostante questo lo stesso soggetto è indotto a risolvere la...

16 10, 2021

Caducità nell’età della tecnica (parte I)

Di |2021-10-17T20:10:11+02:0016 Ottobre 2021|Letture|

Nel 1915, a un anno dall’inizio della prima guerra mondiale, Freud scrive un breve testo dal titolo Caducità. Inizia così: «Non molto tempo fa, in compagnia di un amico silenzioso e di un poeta già famoso nonostante la sua giovine età, feci una passeggiata in una contrada estiva in piena fioritura». I due amici (tre con Freud) vivono...

Torna in cima