8 02, 2022

Sotto scacco. Verso il modello cinese?

Di |2022-02-08T16:01:06+01:008 Febbraio 2022|Letture|

Nel suo celebre libro L’operario, del 1932, Ernst Jünger descrive la figura del “borghese” come l’uomo che riconosce nella sicurezza «il proprio valore supremo e lo assume come punto di riferimento della propria condotta di vita». La potenza suprema, grazie alla quale egli vede garantita...

16 01, 2022

Molta tecnica, poca ragione

Di |2022-01-16T14:02:45+01:0016 Gennaio 2022|Letture|

Lo scenario è chiaro. Se le religioni individuavano un dopo oltre la linea temporale, la tecnica esaurisce l’orizzonte all’interno del tempo. Non c’è la storia come éschaton ma un orizzonte secolarizzato dove la tecnica potenzia se stessa...

17 06, 2020

Democrazia e tecnocrazia

Di |2020-06-17T19:25:05+02:0017 Giugno 2020|Letture|

Alessio Morosin, nato a Noale (Città metropolitana di Venezia) e laureato nel 1981 in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Padova, non solo è tra i più valenti e seri avvocati che ho avuto l’onore di conoscere...

28 12, 2019

La Tecnica ed il problema della negazione (Seconda parte)

Di |2019-12-28T16:13:55+01:0028 Dicembre 2019|Letture|

L’arte è il fare demiurgico, tremendo, travolgente, vitale, che genera strutture e le oltrepassa continuamente nel ripetersi infinito della storia, nel cerchio eterno della vita (l’eterno ritorno di Nietzsche) che s’invera anche nella stessa contemporaneità e post-modernità grazie alla tecnica, e non come sua contrapposizione.

Torna in cima