Circa Federico Magi

Federico Magi si è laureato in Scienze dell’educazione alla Pontifica Università Auxilium con una tesi sul fondatore dell’Antroposofia Rudolf Steiner. Nel 2006 consegue l’attestato in critica cinematografica alla scuola di cinema “Sentieri Selvaggi” e nel 2009 supera l’esame da giornalista pubblicista. Ha collaborato col "Secolo d’Italia" e con alcune riviste occupandosi quasi esclusivamente di critica cinematografica e letteraria. Attualmente è educatore e redattore del portale di critica letteraria Lankenauta.
24 05, 2021

Mondi lontanissimi, a noi così vicini, nel ricordo di Franco Battiato

Di |2021-05-24T21:15:56+02:0024 Maggio 2021|Letture|

Una vita a volte non basta per chi, come Franco Battiato, ha scelto di viverla in costante ricerca. Una ricerca profonda, consapevole, a tratti addirittura illuminata, di qualcuno o qualcosa che andasse oltre la mera contingenza del presente; oltre la transitorietà terrena, le regole imposte da una società e da un’epoca la quale...

12 05, 2021

Tra scienza e spirito: Rudolf Steiner e l’educazione alla libertà

Di |2021-05-12T20:52:32+02:0012 Maggio 2021|Letture|

Sono trascorsi ben 160 anni della nascita di uno dei più importanti pensatori europei vissuti a cavallo tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Anche se, poche volte come in questo caso, definirlo solo pensatore potrebbe risultare veramente riduttivo...

7 04, 2021

Il romanzo di formazione: l’importanza dei riti di passaggio

Di |2021-04-07T20:44:09+02:007 Aprile 2021|Letture|

Il periodo difficile che stiamo vivendo da oltre un anno, dovuto all’irrompere nelle nostre vite di un virus insidioso e ancora difficilmente gestibile, è un tempo ingrato per tutti. Non v’è dubbio alcuno. Inutile far l’elenco delle tante categorie di persone coinvolte, dei devastanti riflessi sull’economia, delle conseguenze...

29 03, 2021

L’epopea Battisti-Panella: l’ultima avanguardia della musica italiana

Di |2021-03-29T19:46:51+02:0029 Marzo 2021|Letture|

Sembra ieri, ma è ormai trascorso quasi un quarto di secolo dalla morte dell’artista forse più amato e celebrato della musica leggera italiana. Lucio Battisti se ne andò in una giornata uggiosa di settembre del 1998, quando era oramai lontano dall’Italia sotto ogni punto di vista: lontano dalle scene, dalla gente, da quella ribalta...

Torna in cima