Marco Gervasoni (1968): insegna Storia contemporanea all'Università del Molise. È editorialista de «il Giornale» e componente del Consiglio scientifico del Centro Studi Machiavelli. Tra le sue più recenti pubblicazioni: La tela di Penelope. Storia della Seconda Repubblica (con S. Colarizi, Roma-Bari 2012). Per Marsilio ha pubblicato: Storia d'Italia degli anni ottanta. Quando eravamo moderni (2010), La guerra delle sinistre. Socialisti e comunisti dal '68 a Tangentopoli (2013) e Le armate del Presidente. La politica del Quirinale nell'Italia repubblicana (2015); La Francia in nero. Storia dell'estrema destra dalla Rivoluzione a Marine Le Pen (2017). Per Giubilei-Regnani: La rivoluzione sovranista. Il decennio che ha cambiato il mondo (2019).

Abstract
Starting from the reflection on the figure of Scruton, and seeing in him the last representative of a just passed phase of conservative culture, the essay traces the characteristics of a new conservatism that recovers the contribution of nationalism in a key of dialogue with postmodernism, understood as a critique and overcoming of modernity, which conservatives have always criticized.

Keywords: Conservatism, Nationalism, Scruton, Postmodernism, New Right.

 


Leggi l’intero articolo in PDF


 1,059 Visite totali,  6 visite odierne