Alasdair MacIntyre: relativismo, individualismo e altri problemi della modernità

Giovanni Giorgini (1959): è professore ordinario di Filosofia della Politica nel Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Bologna. È membro del comitato di direzione delle riviste «Filosofia Politica», «Etica & Politica» (online) e membro del comitato scientifico de «Il Pensiero Politico» (Olschki). Giorgini ha studiato prevalentemente la filosofia greca antica, il liberalismo novecentesco e la ripresa del pensiero politico classico nella filosofia contemporanea. Tra i suoi libri: La città e il tiranno. Il concetto di tirannide nella Grecia del VII-IV secolo a.C. (Milano 1993), Liberalismi eretici (Trieste 1999), I doni di Pandora. Filosofia, politica e storia nella Grecia antica (San Lazzaro di Savena 2002).

Abstract
An investigation of Alasdair MacIntyre’s intellectual path which emphasizes some constant key themes in his works. Although MacIntyre’s philosophical and political positions have changed across time, the themes of the fragmentation of human life in modernity and the divided Self, the impossibility of human flourishing in the liberal society, the constraints of relativism and individualism are constant in his works. The author also examines MacIntyre’s critique of Liberalism and his proposed return to Aristotle and to local communities based on shared values to highlight the problems inherent in them.

Keywords: Modernity, Liberalism, Relativism, Aristotle, Human Flourishing.

Leggi l’intero articolo in PDF

 204 total views,  2 views today

Condividi questo articolo: